L’ARTE DI COMPLICARSI LA VITA

Hai mai cercato dei problemi dove non ci sono? Ti è mai capitato di preoccuparti tanto per qualcosa che non si è mai poi mai verificato?

Ecco! Anche per me la risposta era un Sì!

Ti dirò che è piuttosto normale.

Fa parte della natura stessa dell’uomo, complicarsi la vita.

Tuttavia, ci sono persone che riescono a fluire avanti perché affrontano subito il problema, lo ammettono e preferiscono agire senza rimandarlo nel tempo. Non hanno regole magiche e neanche sono assistite dalla fortuna, essi REAGISCONO!

Qualunque cosa tu faccia nella vita, affrontare i problemi con meno preoccupazioni, ti aiuterà a vivere e lavorare meglio.

I pensieri che ti complicheranno sempre la vita sono sostanzialmente 3:

  1. Vedi ostacoli invece che soluzioni

Uno dei nemici più grandi della tua psiche è quello di vedere ostacoli e obiezioni invece che soluzioni vere e proprie.

Peggio ancora se tali ostacoli te li crei proprio da solo.

Per uscire da questo vortice, devi guardare in faccia le tue paure e ammettere di averle. Questo sarà il primo passo. Sapendo di avere paura, capirai che in alcuni pensieri ci sono dei blocchi che se la paura non ci fosse, sarebbero immediatamente rimossi. In questo modo saresti più motivato a trovare una via ti pensiero non dominato dalla paura.

2. Dai più importanza del dovuto

In questo caso potresti essere influenzato da fattori esterni, come il non fare una brutta figura, non deludere qualcuno a cui ci tieni oppure solo perché nella bilancia hai messo molte più preoccupazioni di quello che meriterebbe quella situazione.

Come fare quindi?

Qualsiasi cosa tu faccia, potrai avere delle conseguenze positive o negative, non cercare di cambiare atteggiamento senza aspettarti feedback uguali.

Qualsiasi immagine tu decida di fare vedere al mondo, la migliore sarà quella in cui sei in pace con te stesso. Perché implica inevitabilmente il fatto che lo hai accettato.

E in fondo in fondo se non stai bene con te stesso, sei proprio sicuro di voler sapere cosa gli altri pensino?

3. Sei ossessionato dalla perfezione

Hai delle buone soluzioni ma visto che non sono perfette, non le metti i n pratica o non le consideri nemmeno?

Ecco! Sei caduto anche tu nella trappola della perfezione…

Benvenuto tra noi!

Iniziamo con il fatto che la parola “perfetto” sta bene solo sul Treccani.

Nella nostra vita sempre di più piena e frenetica, non si sarebbe spazio per il perfezionismo.

Alcune menti lo considerano perfino noioso.

Alleggerisci il carico dello zaino che ti porti tutti i giorni alle spalle, iniziando con il togliere il perfezionismo, le preoccupazioni inutili e le obiezioni.

Il viaggio sarà più piacevole e avrai più energie per andare avanti nel tuo camino.

Buon viaggio!

it_IT
en_GB it_IT