Anche tu sei prigioniero della perfezione?

Tutto quello che fai deve essere perfetto? Devi per forza raggiungere obiettivi grandiosi senza mai sbagliare?

Benvenuto tra noi!

Capire il perfezionismo è importante per capire noi stessi e i nostri blocchi. Le emozioni che si nascondono dietro al perfezionismo sono la paura e il vergognarsi per non essere appunto: PERFETTI!

Addirittura a volte ti sei preparato alla delusione in anticipo, visto che purtroppo temevi di non essere perfetto.

Non raggiungendo traguardi spesso irraggiungibili si diventa ansiosi e in certi casi perfino depressi.

I tuoi pensieri, emozioni, comportamenti ed energie vanno in questo modo verso il raggiungimento della perfezione sublima.

Sempre.

Anche quando non c’è bisogno. In fondo non c’è mai bisogno di essere perfetti.

Essere perfetti ci fa vivere continuamente nel futuro invece di goderci i momenti del presente.

Se non siamo abbastanza perfetti, pensiamo di valere poco.

Come uscire da questo incubo?

  1. Fermati

Ristabilisci le tue priorità! Essere perfetto è lo scopo della tua vita?

Ne sei sicuro?

  1. Controlla i tuoi pensieri

Per ogni pensiero bloccante scrivi di fianco uno positivo e ogni giorno adotta il secondo. Ad ogni tentativo di pensiero perfetto, rispondi con uno positivo e imperfetto.

  1. Concediti un errorino

Basterà una volta. Senza rimpianti, senza paure, senza vergogna.

Il resto verrà da se.

  1. Ripeti ogni giorno alla tua mente le seguenti frasi

La perfezione mi isola.

Le paure si impossessano del mio presente.

Non sbagliando non imparerò mai.

Sono umano e la perfezione è impossibile.

Accetto me stesso e mi godo la mia preziosa vita ogni giorno.

L’unica perfezione che conta è quella che sta nel cambiamento e nella felicità di tutti i giorni!

it_IT
en_GB it_IT